Strategia di destinazione

Il Centro del Quartiere di Bellinzona è storicamente luogo di incontri, di scambio e di attività sociali, culturali ed economiche per l’itera regione; si tratta di un ruolo rafforzato dopo l’aggregazione del 2017. Accanto a ciò il Centro storico offre un contesto di alta qualità di vita.

 

Negli ultimi anni queste funzioni si sono tuttavia destabilizzate: in tutta Europa, in Ticino e anche a Bellinzona, si assiste a una progressiva delocalizzazione attività commerciali e non solo, storicamente collocate nei Centri storici. Soprattutto i commerci e la gastronomia hanno subito i contraccolpi dei cambiamenti strutturali in corso nei rispettivi settori a livello mondiale. Nuove modalità di acquisto, Internet, i centri commerciali in periferia, l’accresciuta mobilità indicano che i poli urbani non si possono riposare sulle posizioni acquisite.

 

Una città rivolta al futuro deve trovare strategie adatte a cogliere da questi fattori che plasmano la realtà le migliori opportunità possibili. Per queste ragioni la Città di Bellinzona ha avviato un processo per coinvolgere tutte le parti interessate nella ridefinizione di un posizionamento del Centro storico del Quartiere di Bellinzona, facendo capo all’esperta collaborazione di EspaceSuisse (già VLP-ASPAN) e del suo team “Rete Centri Storici”.

 

Quale base di discussione i consulenti hanno elaborato una “Analisi urbana”, utile quale base di partenza per la definizione di una strategia di riposizionamento.

 

Il progetto è stato presentato in conferenza stampa il 16 aprile 2019.

 

Considerato che lo sviluppo della “Strategia di valorizzazione” è un processo partecipativo, il 7 maggio 2019 e il 21 maggio 2019 sono organizzate due serate d’informazione rivolte ai proprietari immobiliari (7.5.2019) e a commercianti, esercenti e albergatori (21.5.2019).

 

L’iter del progetto prevede e necessita dell’attiva partecipazione degli attori economici e dei proprietari immobiliari, che saranno interessati da un questionario, da colloqui individuali, eventuali sopralluoghi e workshop.

 

Lo sviluppo del lavoro sarà poi seguito da un Gruppo di accompagnamento, in cui sarà presente la Città e i rappresentanti dei commercianti, degli esercenti, degli albergatori e dei proprietari immobiliari.